Partecipazione politica, decentramento e integrazione di genere: il progetto PARFAIT in Tunisia

Partecipazione politica, decentramento e integrazione di genere: il progetto PARFAIT in Tunisia
Introduzione: Il progetto PARFAIT Mentre assistiamo al ventesimo anniversario dell’adozione della Risoluzione 1325 (2000) del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite, ci sono ancora meno di un centinaio di Piani d’Azione Nazionale (PAN) su Donne, Pace e Sicurezza.  In Tunisia il punto di partenza per l’implementazione della Risoluzione è da sempre stato il principio “non...

Le reti di mediatrici: un investimento strategico per una pace sostenibile

Le reti di mediatrici: un investimento strategico per una pace sostenibile
Women Mediator Networks: A strategic investment for sustainable peace. Le reti di mediatrici: un investimento strategico per una pace sostenibile

Un caso studio sul Piano d’Azione Nazionale su Donne Pace e Sicurezza della Macedonia

Un caso studio sul Piano d’Azione Nazionale su Donne Pace e Sicurezza della Macedonia
A Case Study of North Macedonia’s National Action Plan on Women, Peace and Security. Un caso studio sul Piano d'Azione Nazionale su Donne Pace e Sicurezza della Macedonia.

Donne, Pace e Sicurezza in Kosovo: l’emancipazione attraverso le trame della tradizione

Donne, Pace e Sicurezza in Kosovo: l’emancipazione attraverso le trame della tradizione
Women, Peace and Security in Kosovo: Empowerment through the tangles of tradition. Donne, Pace e Sicurezza in Kosovo: l’emancipazione attraverso le trame della tradizione.

Attivismo di genere: una forza narrativa nella Bosnia ed Erzegovina del dopoguerra

Attivismo di genere: una forza narrativa nella Bosnia ed Erzegovina del dopoguerra
Gender Activism: A vibrant narrative for post-war Bosnia and Herzegovina. Attivismo di genere: una forza narrativa nella Bosnia ed Erzegovina del dopoguerra.

L’intervento militare in risposta all’uso di armi chimiche in Siria: nuove riflessioni sul divieto internazionale di uso della forza

L’intervento militare in risposta all’uso di armi chimiche in Siria: nuove riflessioni sul divieto internazionale di uso della forza
Ad aprile 2017, l’attacco USA in risposta al presunto uso di armi chimiche da parte dell’esercito siriano a Khan Shaykhun, è stato ampiamente considerato una violazione del divieto di uso della forza. Allo stesso tempo, una parte significativa della comunità internazionale ha però sostenuto, o approvato tacitamente, l’intervento illegale. Questa discrepanza ha sollevato la questione...