Pubblicazioni

Attraverso le sue pubblicazioni, AP vuole alimentare il confronto sui temi pertinenti all’agenzia, sensibilizzare il pubblico riguardo a situazioni o argomenti di particolare importanza, e fornire informazioni sulle proprie attività in uno spirito di trasparenza e accountability.

Advocacy strip

Resoconto d’evento | Bologna Peacebuilding Forum 2019

Aprile 2019

Resoconto del primo Bologna Peacebuilding Forum, del 2 Aprile 2019, che ha discusso il ruolo della società civile nel peacebuilding, delle relazioni le istituzioni pubbliche, e del possibile ruolo dei rifugiati.

 

ResLibya roundtable reportoconto d’evento | Il peacebuilding e la riconciliazione in Libia: che ruolo per l’Italia?

Gennaio 2017

Il resoconto presenta i punti discussi durante una tavola rotornda sul peacebuilding in Libia che AP ha organizzato nel novembre 2016. I partecipanti includono rappresentanti da organizzazioni non-governative e istituzioni che lavorano a sostegno di attori libici coinvolti in iniziative di dialogo e riconciliazione all’interno del paese.

 

ricerca-e-analisi-it

Report di analisi dei bisogni delle associazioni del Centro Interculturale Zonarelli, Bologna

Il report analizza attività, bisogni e desideri dalle associazioni del Centro Interculturale Zonarelli di Bologna. La ricerca fa parte del percorso di attuazione del “Piano locale per un’azione amministrativa non discriminatoria e basata sui diritti umani nei confronti dei nuovi cittadini e delle nuove cittadine” (PAL).

 

AP_Report partecipazione AMITIE CODEIndagine sulle culture, le pratiche e i luoghi della partecipazione dei cittadini stranieri a Bologna

Dicembre 2017

La ricerca è focalizzata sulla partecipazione di migranti e nuovi cittadini a Bologna, con particolare attenzione alle forme di partecipazione nei loro paesi d’origine. Lo studio realizzato da AP è stato realizzato all’interno del progetto europeo AMITIE CODE coordinato dal Comune di Bologna.

 

ap_wps-in-horn-of-africa-assessment_exsum_final-copySintesi di ricerca | Le donne, la pace e la sicurezza nel Corno d’Africa

Dicembre 2016

La sintesi offre un quadro della situazione delle donne, della pace a della sicurezza in otto paesi del Corno d’Africa (Djibouti, Eritrea, Etiopia, Kenya, Somalia, Sudan, Sudan del Sud e Uganda). La sintesi vuole anche essere una guida per ONG interessate a lavorare nella regione.

 

ME ITA

Screen Shot 2019-02-28 at 14.15.00

Rapporto di Valutazione | Combattere l’estremismo violento e rafforzare la resilienza comunitaria in Tanzania

Febbraio 2019

Il rapporto presenta i risultati della valutazione finale di due progetti implementati dalla ONG international Search for Common Ground (SFCG) in Tanzania.

 

Screen Shot 2018-12-06 at 17.17.36

Rapporto di valutazione | Combattere l’estremismo violento attraverso un approccio comunitario in Kenya

Dicembre 2018

Il rapporto presenta i risultati della valutazione finale del progetto “Inuka!”, implementato dalla ONG internazionale Search for Common Ground (SFCG) nella regione costale del Kenya.

 

Report OxfamRapporto di valutazione | Partecipazione nelle politiche agricole in Burkina Faso e Tanzania

Settembre 2018

Il rapporto presenta i risultati della valutazione del lavoro di Oxfam per aumentare il coinvolgimento e l’influenza delle politiche e delle pratiche agricole in Burkina Faso e Tanzania. Il report è disponibile anche in francese.

 

Madam President fina reportRapporto di valutazione | Serie TV Madam President

Maggio 2017

Il rapporto presenta i risultati della valutazione finale del progetto”Madam President” implementato dalla ONG internazionale Search for Common Ground (SFCG) in Giordania, Libano, Territori Palestinesi e Tunisia.

 

Screen Shot 2016-07-26 at 10.29.18Rapporto di valutazione | Promuovere relazioni positive tra stati e cittadini in Africa

Giugno 2016

Il rapporto presenta i risultati della valutazione finale del progetto “Promuovere relazioni positive tra stati e cittadini in Africa” realizzato dalla ONG internazionale Search for Common Ground (SFCG) in Kenya, Nigeria e Tanzania.