LE DONNE, LA PACE E LA SICUREZZA NEL CORNO D’AFRICA: TRA RETORICA E REALTÀ

Descrizione

La violenza contro le donne e la diseguaglianza di genere rimangono problemi enormi in tutto il mondo, in particolare in regioni e paesi fragili o afflitti da conflitti armati. In questi contesti le donne soffrono in modo in particolare, e le identità sia femminili sia maschili vengono spesso manipolate per giustificare il ciclo di violenza. La pace sostenibile richiede tuttavia un impegno di tutti i cittadini, incluso un cambiamento nel modo in cui uomini e donne si relazionano gli uni cogli altri, e colle istituzioni civili e politiche dei propri paesi.

Impatto

AP ha assistito la Fondazione Kvinna till Kvinna nell’esplorare una possibile espansione delle sue operazioni nel Corno d’Africa. La collaborazione ha incluso un importante lavoro di ricerca e di analisi su temi inerenti ai diritti e alla partecipazione delle donne in otto paesi dell’Africa orientale (Djibouti, Eritrea, Etiopia, Kenya, Somalia, Sudan, Sud Sudan e Uganda). AP ha anche appoggiato Kvinna till Kvinna nell’impostare le priorità della sua eventuale espansione. Attualmente, AP usa l’analisi prodotta per sensibilizzare specialisti del settore ed il pubblico generale sul ruolo delle donne in quei paesi.

Dove

Europa, Africa (Djibouti, Eritrea, Etiopia, Kenya, Somalia, Sud Sudan, Sudan e Uganda)

Esperti

Bernardo Monzani
Bernardo Venturi
Giulia Pasquinelli

Partner e Sostenitori

Fondazione Kvinna till Kvinna